Atletica Vicenza - Piazza Duomo 2

Tel. 348580754 - 3478450955

 E.Mail vi622@fidal.it

Febbraio 2003, lo ricorderemo ogni qualvolta menzioneremo il nome della nostra società.

Per noi Gino era il signor FIAMM e così continueremo a confonderlo, da oggi con maggior rispetto e con senso più profondo di un qualcosa che ora più che mai ci appartiene... a Gino Consolaro piacerà così, ne siamo certi.

Il CSI FIAMM, ora CSI ATLETICA PROVINCIA DI VICENZA, è un qualcosa che fa parte di noi e noi, atleti, tecnici e dirigenti, formiamo quella piccola parte di quel patrimonio che è la nostra società sportiva.

Da quel giorno nel nostro DNA c'è una particella nuova, un frammento importante di storia sportiva che il presidente Gino Consolaro ha voluto lasciarci in eredità; un segno indelebile fatto di valori sportivi quali l'attaccamento allo sport inteso come rispetto dei valori fondamentali come la lealtà, il rispetto dell'avversario, delle regole e della propria società. 

Nella storia della nostra società ci sono stati grandi campioni, record imbattibili ed anche atleti sfortunati che hanno concluso anzitempo il loro percorso ma c'è stato anche chi da dietro le quinte ha dato il meglio di sé stesso animato solo dal desiderio di vedere ragazzi fare sport, correre, vincere e vivere.

La figura di un presidente discreto e vigile, di un dirigente sportivo che nello sport ha ricevuto ma ha dato molto di più, non è uno stereotipo per Gino Consolaro: non se ne è andato, non abbiamo perso un presidente.

Lui, il signor FIAMM, sa che i suoi atleti, i tecnici, i dirigenti e la società tutta ha un motivo in più per divulgare il messaggio sportivo e per rafforzare il ruolo di società guida.

Egli sa che quanto ha seminato non andrà disperso perchè i valori importanti hanno messo radici profonde e nulla potrà più disperderli; un patrimonio di storia sportiva vera, passata, costruita da ragazzi che si sono sacrificati per un ideale sportivo ed una vicenda attuale di altri ragazzi che si impegnano con gli stessi ideali.

Lui, il signor FIAMM, per 40 anni è sempre stato presente seguendo gli sguardi preoccupati ed intensi prima della gara, le braccia levate per la vittoria o i visi tristi (non vinti) determinati a rifarsi alla prima occasione.

A tutti ha trasmesso lo stesso messaggio di attaccamento allo sport quale tramite importante per le successive scommesse della vita.

Sono cambiati i nomi ma nella nostra società il vero valore dello sport è rimasto inalterato grazie soprattutto a persone che come Gino Consolaro lo sport l'hanno voluto vivere senza deleghe.

Grazie Gino Consolaro, grazie signor FIAMM, grazie da tutti coloro che hanno avuto il privilegio di indossare la nostra maglia , grazie da chi ha avuto modo di vivere e condividere l'esperienza dello sport e grazie dai ragazzi che ancora oggi, quando indossano questa maglia, hanno un motivo in più per essere orgogliosi.